Alessio Vidal | Photographer + Retoucher

Turisti part-time

Vivo a New York da una decina di giorni, ed ho già tre lavori per le mani. Un giorno nel mio settore è pagato tre volte tanto, e non è sempre vero che la vita costa di più: vivendo a Venezia, pago già lo scotto di dover pagare tutto il doppio. Ho iniziato a fare richiesta di internship o di assunzione a lungo termine, purtroppo lo scoglio più grande per stabilirmi qui è il visto lavorativo; fare il freelance è un’utopia che per ora non posso permettermi, non essendo americano; farlo sarebbe la miglior opportunità di crescita, ed anche di guadagno. Da noi, se non hai un “posto fisso”, ti guardano in un commisto di pena e disappunto. Sorvoliamo…

Vivo da turista part-time, alle volte parto in esplorazione del vicinato a bordo del mio bolide a due ruote, in altre occasioni mi affido alla più veloce subway. Brooklyn è calma e calda, viaggia ad un ritmo più lento della City, ma tutto è più godibile. Le cose hanno un aspetto più autentico, le strade sono più sporche, le metro sono più vuote. Manhattan è enorme, caotica ma ordinata. Non riesco ad orientarmi guardando il sole, come fanno in molti, uso maps e, molto più, la bussola dello smartphone. E’ avvilente: anche nelle piccole cose, siamo schiavi della tecnologia. I fast food sono pochissimi, se paragonati alle mie aspettative. Non ci ho ancora messo piede. L’unica “catena” che sfrutto è Starbucks, per riscaldarmi quando il sole sta per scendere e l’escursione termica si sente come un calcio nel sedere. Non c’è l’umido veneziano, ma il freddo è secco e pungente, il vento alle volte è brutale. E siamo a metà Aprile. Ho perennemente le labbra screpolate, nonostante faccia ingente uso di burro di cacao, non ho ancora capito il perché.

Ho trascorso il mio primo sabato sera da new yorker, assieme a due compagni di studi con i quali feci, rispettivamente, le superiori e l’università. Abbiamo brindato a TriBeCa con tre birrozze e con un “ghesboro”, per ricordarci da dove veniamo e di come, alle volte, il mondo sia così piccolo. Auguro ad ognuno di noi di spuntarla e di restare nel Nuovo Mondo, almeno finché il Vecchio, da dove veniamo, non smetterà di essere così vecchio.

About the Author:
Alessio is a commercial fashion photographer and retoucher based in London, UK. He loves good food and exotic travels and he adores when both things come together.


Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *